"Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso." (Gigi Proietti)

Essere Don Chisciotte

Fotografare a teatro, per me, è una grande magia, come vivere una favola da adulti. Le luci, i colori, le scene, la gestualità degli attori, le loro intense espressioni, un materiale immenso dal quale scegliere ciò che può diventare un'immagine, un momento fermo, che possa racchiudere tanta grandezza, e raccontarla a chi non ha visto la rappresentazione per poterlo trasportare, anche soltanto per un attimo in quel mondo magico ed entusiasmante. Ho sempre subito una forte fascinazione per il teatro, e un giorno ho avuto l'occasione di fotografarlo. la mia prima volta non la dimenticherò mai: è scattata la magia, essere lì nell'angolo buio, seguire soltanto le mie emozioni, il mio istinto. Mi piace molto anche sorprendermi insieme allo spettatore, fotografando uno spettacolo di cui non so nulla; probabilmente si perderà qualche scena, ma le immagini avranno sicuramente più pathos. Mi piace anche veder nascere lo spettacolo, seguire le prove, condividere umori e dubbi degli attori. A volte capita anche di poter superare l'ultima barriera, a seguito dell'amicizia e della confidenza che si è creata, e poter vivere alcuni momenti di camerino e backstage, realizzando un'esperienza unica e meravigliosa. Da tutta questa passione, mi dicono, che nascono delle foto intense e comunicative; ne sono felice, e ringrazio tutti gli attori con i quali ho avuto il piacere di lavorare. 

Caligola

Olokaustos

Essere Don Chisciotte